Get involved! (Italian)

  1. Home
  2. Get involved!

Introduzione al Progetto RUSTICA

L’obiettivo generale del progetto RUSTICA è quello di favorire la validazione tecnica, la dimostrazione e l’implementazione di tecniche per la produzione di fertilizzanti organici incentrate sui residui provenienti dal settore ortofrutticolo per chiudere i cicli degli elementi nutritivi. Questo obiettivo sarà raggiunto attraverso un approccio interdisciplinare multi-attore che mira a convalidare, dimostrare e integrare 6 opzioni tecnologiche per il recupero di elementi nutritivi dai flussi dei residui del settore orto-frutticolo in quattro regioni dell’Unione Europea e una regione del Sud America.

Le soluzioni offerte da RUSTICA consistono in sei tecnologie (cinque emergenti e una consolidata) basate su cinque processi di conversione (produzione di acidi carbossilici, produzione di biomassa microbica, elettrodialisi, allevamento di insetti e produzione di biochar) che possono essere combinati a seconda dei flussi di residui disponibili e integrati con tecnologie consolidate come il compostaggio. Le sinergie tra i singoli processi di conversione saranno ottimizzate per massimizzare i benefici economici e ambientali. I prodotti risultanti (biomassa microbica, concentrati di nutrienti minerali, biomassa di insetti, deiezioni di insetti, chitina di insetti, biochar) saranno combinati per ottenere prodotti fertilizzanti adattati alle specifiche esigenze colturali.

Obiettivi:

  • Convalidare l’utilizzo di cinque soluzioni tecnologiche emergenti per la valorizzazione dei residui orto-frutticoli, recuperando oltre il 90% dei nutrienti contenuti nei residui.
  • Implementazione di tecnologie emergenti, come la produzione di acidi carbossilici, di biomassa microbica, di biomassa di insetti e di biochar e l’elettrodialisi.
  • Conversione degli scarti ortofrutticoli difficilmente degradabili in 20% di biomassa di insetti e 80% di deiezioni.
  • Identificare la soluzione di economia circolare ottimale per i flussi dei residui orto-frutticoli di ogni regione.
  • Dimostrare la fattibilità tecnica della sostituzione a livello regionale del 5-10% dell’attuale uso di fertilizzanti minerali con fertilizzanti organici da processi circolari entro il 2040.

Parallelamente all’innovazione tecnologica e all’integrazione, RUSTICA si pone l’obiettivo di fornire soluzioni di mercato per un’implementazione positiva delle potenziali tecnologie di valorizzazione. In tal modo, nelle 5 regioni considerate nel progetto saranno valutati diversi aspetti non tecnici, come l’analisi del ciclo di vita (LCA) ambientale e sociale, il quadro giuridico, gli sviluppi attesi del mercato. Nello studio delle soluzioni di mercato, RUSTICA si propone di coinvolgere i portatori di interesse (stakeholder) rilevanti per ogni fase di avanzamento della ricerca al fine di garantire lo sviluppo di prodotti finali commercializzabili per il settore ortofrutticolo con un elevato potenziale di replicazione anche per altri settori agricoli. Inoltre, Rustica prevede di cooperare con altri progetti finanziati dall’UE che lavorano al recupero di elementi nutritivi provenienti da altri residui organici al fine di stimolare una soluzione congiunta che favorisca l’evoluzione verso una gestione sostenibile e circolare dei fertilizzanti all’interno e tra le regioni, oltre che la chiusura dei cicli degli elementi nutritivi.

Obiettivi:

  • Analisi della fattibilità economica e ambientale delle tecnologie promosse da RUSTICA.
  • Analisi dei quadri giuridici attuali e futuri di supporto alle tecnologie RUSTICA.
  • Valutazione dell’impatto sociale delle tecnologie RUSTICA sulle diverse regioni.
  • Sviluppo di diverse configurazioni per potenziali catene del valore e modelli di business.
  • Sviluppo di modelli di business di successo per la multi-valorizzazione dei flussi regionali dei residui ortofrutticoli.

Vantaggi derivanti dal coinvolgimento per gli stakeholders e per il progetto RUSTICA

I progetti pilota non solo ospiteranno visite in campo per le reti regionali multi-attore di questo progetto, ma verranno organizzate anche varie attività di comunicazione e divulgazione per gli stakeholders regionali che non sono direttamente coinvolti nel progetto, per lo scambio di conoscenze ed esperienze relative alle attuali tecnologie di recupero dei nutrienti presenti nei residui orto-frutticoli.

Al fine di consentire lo scambio di conoscenze tra i diversi partners e gli stakeholders, sarà creata una rete di scambio di conoscenze, che comprenderà i cosiddetti Knowledge brokers, ovvero intermediari regionali della conoscenza. Agli stakeholders che fanno parte della filiera del valore verrà chiesto di essere attivamente coinvolti nelle dimostrazioni pilota, dai produttori di residui del settore orto-frutticolo ai fornitori di tecnologia, associazioni di agricoltori, produttori & utilizzatori di fertilizzanti, esperti di analisi legale/sicurezza & sostenibilità, sviluppatori aziendali, ecc. Attraverso tale coinvolgimento attivo, verranno create diverse opportunità di collaborazione (networking). Inoltre, gli stakeholders non solo acquisiranno informazioni su come la tecnologia si sta sviluppando e su come potrebbe rispondere alla domanda a livello regionale, ma, conoscendo i contesti regionali, potranno anche fornire utili suggerimenti su come le soluzioni RUSTICA dovrebbero essere sviluppate. In questo modo, le soluzioni RUSTICA potrebbero corrispondere meglio ai loro interessi.

L’obiettivo di RUSTICA è quello di creare reti regionali multi-attore nell’Unione Europea e in Sud America e sviluppare soluzioni nel contesto della valorizzazione dei residui agroalimentari. Le reti regionali multi-attore sono un’opportunità per ottenere informazioni dettagliate su potenziali ed esclusivi punti vendita di fertilizzanti organici. Nelle cinque regioni considerate, RUSTICA svilupperà congiuntamente modelli di business multi-attore, realizzabili e su misura, che potranno essere utilizzati dalle comunità regionali per la creazione di una catena multi-valorizzazione dei residui orto-frutticoli sia durante che dopo il periodo di durata del progetto.

Modalità di coinvolgimento

Il principale metodo di coinvolgimento in RUSTICA sarà attuato attraverso workshops. Rustica prevede di creare cinque reti regionali nelle seguenti regioni: Fiandre, Almeria, Friuli Venezia Giulia, Pays de la Loire e Valle del Cauca (Colombia). Per ogni regione saranno organizzati sei workshop con almeno 10 partecipanti. I partecipanti a tali workshops apparterranno a diversi contesti, settori e ambiti, in modo da rappresentare al meglio le regioni stesse.

Inoltre, saranno organizzati almeno due workshop internazionali (uno a Bruxelles e uno in Sud America) per discutere la replicabilità delle soluzioni tecniche, di mercato e aziendali con gli stakeholders interessati.

Tre possibili modalità di coinvolgimento nella rete di conoscenza RUSTICA:

  1. Attore: come attore, potrai partecipare ai workshops che prevedono un tuo coinvolgimento (ad esempio, come attore regionale, puoi partecipare ai workshops tenuti nella tua regione) e, inoltre, sarai direttamente coinvolto nello sviluppo del progetto sulla base della tua esperienza. Gli attori possono includere i partner del progetto, nonché partner esterni ad esso, fortemente coinvolti durante alcuni momenti del progetto.
  2. Stakeholder: in qualità di stakeholder, puoi partecipare ad alcuni workshops o ad altre attività di progetto legate alla tua esperienza. Iscrivendoti, partecipi attivamente allo sviluppo delle parti del progetto che sono rilevanti per te. Uno stakeholder è una “persona o gruppo interessato al tema che esprime il proprio punto di vista in un determinato momento durante lo sviluppo del progetto”.
  3. Informatore: chi ricopre questo ruolo desidera ottenere informazioni sullo stato di avanzamento del progetto. Se lo desidera, ha la facoltà di fornire commenti e suggerimenti (su tali informazioni).

Con il minimo livello di coinvolgimento (informatore), l’impresa interessata verrà solamente iscritta alla newsletter ufficiale di RUSTICA per ricevere importanti informazioni sul progetto.

Tutti possono registrarsi come informatori. Nel caso dei candidati che si registrano come stakeholders o attori, sarà il knowledge broker a valutare e a decidere in merito al ruolo degli interessati. I knowledge brokers li informeranno su come e quando saranno contattati per prendere parte ai workshops, sulla base della composizione dei soggetti (tra attori e stakeholders) necessari al workshop specifico e sulla base della numerosità dei partecipanti prevista per il workshop stesso (da 10 a +-20).

Dal punto di vista geografico territoriale, il progetto RUSTICA comunicherà a:

  • Livello locale/regionale: i partner saranno incoraggiati a utilizzare le loro reti nazionali e locali, eventi specifici e media per rendere visibile il progetto alle aziende/società/istituzioni e presentare RUSTICA durante congressi, conferenze e workshops.
  • Livello internazionale: il consorzio mira a richiamare l’attenzione internazionale sul progetto. Di conseguenza, RUSTICA contatterà associazioni, organizzazioni e piattaforme legate alle filiere incentrate sui residui provenienti da sistemi ortofrutticoli per la loro valorizzazione. All’inizio del progetto, le informazioni verranno inviate utilizzando il canale di comunicazione europeo Punto di contatto – PEI AGRI (Partenariato Europeo per l’Innovazione – Agricoltura).

Modulo di iscrizione

Le istituzioni interessate a partecipare al progetto RUSTICA sono invitate a compilare questo modulo di registrazione, inserendo le informazioni di contatto.

Questi dati saranno raccolti e conservati secondo il Regolamento sulla privacy dell’UE 2016/679 (GDPR). I soggetti daranno il consenso al trattamento dei loro dati per una o più finalità specifiche (art. 6.1.a). Pertanto, avranno il diritto di revocare il loro consenso in qualsiasi momento (art. 7.3). A seguito del trattamento equo e trasparente dei dati previsti dal Regolamento Europeo, tutte le azioni intraprese ai fini del progetto in merito a tali dati saranno comunicate a tutti i soggetti coinvolti e registrati. I dati non saranno condivisi pubblicamente e saranno trattati internamente dai Knowledge brokers di ciascuna regione.

I soggetti hanno il diritto di ottenere la cancellazione dei dati che li riguardano quando i loro dati non sono più necessari rispetto alle finalità per le quali sono stati raccolti (art. 17.1). Per questo motivo, i dati raccolti dal modulo di registrazione saranno cancellati dalla banca dati al termine del progetto RUSTICA a dicembre 2024.

    COMPILA I TUOI DATI

    Attivo a livello regionaleAttivo a livello internazionale

    NessunaInformatoreStakeholderAttore

    Nell’ambito del progetto RUSTICA, il numero di aziende/società/istituzioni valutato come appropriato per essere coinvolte in qualità di stakeholders o attori esterni è pari al massimo a 25 soggetti, per ciascuna delle cinque reti (corrispondenti alle cinque regioni caso studio). Tuttavia, qualora un numero maggiore di aziende/società/istituzioni fosse interessato a partecipare al progetto, il limite potrà essere innalzato.

    Ulteriori informazioni

    Per informazioni più dettagliate e per ulteriori domande, si prega di chiedere all’intermediario della conoscenza (knowledge broker) della vostra regione.

    CREA

    RusticaNewsletter

    RusticaNewsletter

    Join our mailing list to receive the latest news and updates from Rustica Project.

    You have Successfully Subscribed!

    Skip to content